Claudia per Voi
10 Aprile 2019

Il fascino indiscusso del tavolo imperiale

foto di Daniela Katia Lefosse

Bentornati 😉

Quando stavo ideando il loro matrimonio, Sauro e Isabella, mi dissero sin da subito che avrebbero desiderato cenare su un tavolo imperiale. Io ero ben felice perchè questa tipologia di tavolo è praticamente tra le mie preferite.  E’ un vero colpo d’occhio che, indipendentemente dallo stille dell’evento, regala sempre un effetto scenografico molto suggestivo ed elegante. Inoltre a me da tanto quel senso di convivialità che dovrebbe essere proprio il vero filo conduttore di ogni festa nuziale.

Passo a dirvi, però, quelle che sono, secondo la mia esperienza, le due caratteristiche “tecniche” più importanti da tenere in mente quando abbiamo una disposizione a tavolo imperiale.

  1. Questa tipologia di tavolo incarna perfettamente l’idea che ho del mio lavoro ovvero una professione che, se si dovesse misurare, si misurerebbe in centimetri. Tanti, grandi e minuscoli, infiniti centimetri. Ognuno di essi è composto da geometrie, spazi, colori che per me hanno un senso altissimo, quello della perfezione. Un tavolo imperiale, senza se e senza ma, deve semplicemente essere perfetto. Ogni cosa posizionata sul tavolo e non ( le sedie, ad esempio ) deve essere maniacalmente  allineata perchè è facilmente intuibile che è il colpo d’occhio generale a decretarne l’effetto wow. Dovete considerare che avete tutto su uno stesso tavolo, non c’è dispersione negli occhi di chi guarda. Anche una sola sedia non allineata andrebbe a comprometterne l’intero assetto. Ecco che quando abbiamo questo tipo di allestimento un aiuto in più a controllare è sempre gradito 🙂 .
  2. E’ bene sapere inoltre che il servizio di un tavolo imperiale è più complesso di un servizio con tavoli rotondi. Non stupitevi perciò se vi diranno che sarà necessario avere più personale a servizio nella brigata di sala o del catering. La ragione è molto semplice e si basa sulla tempistica. Se abbiamo dei tavoli rotondi i camerieri portano i piatti un tavolo alla volta, almeno in due tranche. Quando il tavolo è servito si inizia a mangiare. Con il tavolo imperiale serviranno più camerieri per rendere il servizio un po’ più veloce ed evitare che gli ultimi ospiti vengano serviti 15 minuti dopo gli sposi. Quindi partiranno ovviamente dagli sposi e dalle persone a loro più vicine, ma contemporaneamente dovranno servire i loro dirimpettai e le persone che hanno di fronte evitando l’imbarazzo di iniziare a mangiare quando le persone davanti non hanno ancora il piatto.

Sono delle accortezze ma mi piaceva condividerle con voi perchè, al di là dei molteplici allestimenti e meravigliosi dettagli che si possono inventare, è sempre bene avere un quadro oggettivo a monte prima di mettersi all’opera.

A voi piacciono i tavoli imperiali?

Alla prossima,

Claudia

Claudia Carrara

Mi chiamo Claudia, organizzo eventi e matrimoni da collezione.

Mi piace pensare che ogni mio lavoro possa diventare una storia che amerete ricordare e raccontare nel tempo.

Se volete lasciare un commento o chiedermi qualche consiglio scrivetemi a [email protected]

Utilizzando il nostro sito web si acconsente all'impiego di cookies in conformità alla nostra cookie policy   ok